Enoturismo

La pizzica: le origini di questa danza antichissima

By 6 Agosto 2021 Agosto 25th, 2021 No Comments

Avvolta da un manto fascinoso e caratterizzata da movenze inconfondibili, la pizzica è la danza che maggiormente rappresenta il Salento e la sua tradizione.

Con il suo connubio di musica e danza, uno spettacolo di pizzica coinvolge il pubblico fino a diventare un’esperienza sensoriale che permette di immergersi alla scoperta delle radici più autentiche di questa terra magica.

Pizzica salentina: le origini del nome

Come spesso accade con quello che è legato a usanze popolari, sono nate leggende che hanno sicuramente contribuito ad alimentare il fascino di questa danza.

Una delle più accreditate fa riferimento all’altro nome con cui è conosciuta la pizzica, ovvero taranta. Pare che i movimenti rapidi e guizzanti tipici del ballo salentino si ispirino proprio alla reazione dovuta alla tarantola, un ragno velenoso il cui morso provoca spasmi pericolosi. Si narra che proprio per svegliare coloro che cadevano in trance dopo il morso di una tarantola servisse questa musica dall’effetto altrettanto ipnotico, ma energizzante. Solo una danza così ritmata e armonica in ogni suo aspetto sarebbe riuscita a contrastare l’effetto nefasto del veleno.

Anche se è una frenesia molto più piacevole quella di cui cade preda chi si cimenta con questo ballo, è in pieno stile salentino vantare un’origine fantasiosa per qualcosa di così rappresentativo.

Pizzica salentina: evoluzione e ruolo del fazzoletto

Nei secoli la pizzica è rimasta pressoché immutata, tramandandosi di generazione in generazione con il suo bagaglio di movenze e rituali. Soprattutto in estate la pizzica è l’anima di moltissimi appuntamenti, in particolar modo delle varie sagre di paese.

I passi originali e intensi rendono questa danza immediatamente caratteristica, ma ciò che contribuisce al suo essere inconfondibile è il fazzoletto. Questo elemento, scelto tipicamente nelle tonalità del rosso, è divenuto un vero e proprio accessorio immancabile, che non solo adorna le ballerine, bensì serve come parte integrante della coreografia. Il fazzoletto viene utilizzato per invitare un partner a prendere parte alla danza, che da momento di aggregazione diventa quasi un rituale di corteggiamento.

Secondo quanto vuole una credenza locale, il fazzoletto viene associato all’amore di una donna, la quale lo consegna al momento del ballo solo all’uomo di cui è innamorata. Anche nelle fasi dell’attesa il fazzoletto svolge un ruolo importante, andando a creare suspense, in un crescendo di frenesia che aumenta il ritmo e aggiunge fascino a tutte le mosse.

Dove assistere a spettacoli di pizzica

Vi sono moltissimi eventi in cui è possibile ammirare esibizioni di pizzica, specialmente nel Basso Salento.

Le feste patronali dei vari paesini e le sagre che celebrano l’enogastronomia della zona costituiscono delle ottime occasioni per farlo, ma l’evento più conosciuto è la Notte della Taranta. In quest’occasione migliaia di persone si ritrovano per ballare insieme sulle note di questa musica tipica. Da Melpignano la Notte della Taranta viene trasmessa anche a livello nazionale sulle reti televisive, a testimoniare il successo e l’amore verso questa danza antica.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.